martedì 8 dicembre 2009

PRESNIZ


Questo che vi propongo oggi è un dolce tipico triestino. E' un dolce a forma di salsiciotto con un ripieno simile ad un altro dolce tipico di Trieste, la putiza, ed avvolto in una pasta sfoglia.



Secondo alcuni, la nascita di questo dolce risale al lontano 1856 e più precisamente il 20 novembre cioé nel giorno in cui Francesco Giuseppe era in visita a Trieste accompagnato dalla sua Sissi. Si dice che in occasione della visita e in onore della principessa, fu istituito un concorso fra i pasticcieri della città e il premio a lei intitolato, fu assegnato appunto a questo dolce che venne chiamato "Preis Prinzessin" che poi venne contratto dai triestini in presniz.

In realtà la parola presniz deriva dallo sloveno, presenec, diminuitivo di presen che significa fresco- crudo, che si riferisce all'impasto non lievitato e che caratterizza questo dolce.
Nonostante sia un dolce pasquale è comunque adatto anche a queste festività natalizie, infatti nelle pasticcerie ma anche nei supermercati sono in vendita assieme ai classici pandori e panettoni.

Premetto col dire che ci sono diversi ricette per i ripieni, simili tra loro, e il libro da cui mi sono ispirata per prepararlo e dove ho raccolto le informazioni sopra dette, è "Pasticceria triestina" di Mariella Devescovi Damini.

Questi gli ingredienti che io ho usato:

per la sfoglia:

200gr di farina
150 gr di ricotta
150 gr di burro ( a temperatura ambiente)
un pizzico di sale
succo di 1/2 limone
1 uovo

per il ripieno:

100gr di noci
100gr di mandorle
150 gr di zucchero
50 gr di uvetta
1 bicchierino di liquore all'arancia
50gr di pinoli
rum 2 bicchierini
50 gr di cioccolato fondente
7-8 biscotti secchi sbriciolati
scorza di 1 limone grattugiata
1 noce di burro
cannella
noce moscata





Come prima cosa si mette a rinvenire l'uvetta sultanina nei due bicchierini di rum, poi a bagnomaria si fa sciogliere il cioccolato con la noce di burro. In una bacinella si uniscono le mandorle, le noci, i pinoli e i biscotti tritati finemente, si aggiunge il cioccolato, lo zucchero, l'uvetta strizzata, il liquore all'arancia, le spezie (ne basta la punta di un coltello) e la scorza del limone e si mescola tutto. Il composto non deve risultare troppo molle.
A questo punto si può accendere il forno a 180° e cominciare a preparare la sfoglia.

Sulla spianatoia si fa la fontana con la farina e nel mezzo ci si mette il burro a pezzetti, il succo di limone e un pizzico di sale. Si impasta il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo e che non si appiccica alle dita. Si prende un canovaccio e lo si spolverizza con la farina, si mette sopra l'impasto e lo si stende con l'aiuto di un mattarello, stando attenti a non tirarlo troppo sottilmente. Nel mezzo si mette il ripieno e con l'aiuto del canovaccio si comincia a rotolarlo, dando la forma di un salsiciotto. Lo si spennella col tuorlo d'uovo e lo si inforna per circa 45min. e una volta cotto, si lascia raffreddare.




E questo è il mio risultato finale, certo non perfetto come quello da pasticceria ma comunque buono :) .

6 commenti:

katty ha detto...

sicuramente saranno squisiti non li conoscevo!!! ciao e buona giornata!!

Dajana ha detto...

Adoro questo tipo di dolci.
Direi che ti è venuto molto bene.

Federica ha detto...

che buoni!!!! te ne rubo uno!

rebecca ha detto...

mmmm....squisito !!!!!!
Brava!ciao Reby

sabri ha detto...

Bono, anzi bonissimo e bella l'idea della pasta con la ricotta. Ciao Lisa, notte!

matrioskadventures ha detto...

buonissimo, da fare al più presto. subito!:)