martedì 12 luglio 2011

GELATINA DI PESCHE CON MERINGHE MORBIDE



Rieccomi qua , stavolta con una ricetta bella fresca e che non comporta l'uso del forno ma solo delle brevi cotture ai fornelli.
Io ho approfittato di un'altra sveglia all'alba per dedicarmi a questo buonissimo dessert, infatti già dalla notte un vento fresco ci ha fatto respirare un po', così ho spalancato, fin dalle prime ore del mattino, le finestre per far entrare in casa quest'aria fresca che arrivava dal bosco, così cucinare è stato un piacere.
Con questa ricetta partecipo al contest di  Gianni del blog "La mia cucina" " Cucina a prova di bambino"  nella sezione "cucinando per loro"  ovviamente il liquore va messo solo per i bimbi adulti !!!
Se non avete tempo o voglia di cucinare troppo, potrete sostituire le pesche fresche con quelle sciroppate.
Inoltre secondo me il liquore all'arancia può essere sostituito con dell'amaretto o con del buon rum e i pistacchi con degli amaretti sbriciolati o biscotto tipo digestive .






INGREDIENTI per  4 coppette

6 pesche ( io pesche noci)
1 cucchiaio di liquore all'arancia
2 albumi
60 gr di zucchero
1/2 litro di latte
1/2 stecca di vaniglia
4 gr di gelatina in fogli ( cioè 2) ...questa è una mia aggiunta.
pistacchi tritati


Questa è la preparazione se NON usate le pesche sciroppate pronte:
Scottate le pesche in acqua bollente, scolatele, pelatele e tagliatele in 4 spicchi, portate ad ebollizione 2 dl di acqua con due cucchiai di zucchero poi aggiungete le pesche . Cuocetele a fuoco basso per 5 min. scolatele (conservate lo sciroppo ) e lasciatele raffreddare.
Mettete in ammollo in acqua fredda la gelatina.
Incidete la stecca di vaniglia per lungo e mettetela in una casseruola con il latte che porterete a leggera ebollizione. Nel frattempo montate a neve gli albumi, unite lo zucchero rimasto e continuate a sbatterli con la frusta , fino ad ottenere un composto denso e lucido. Versate a cucchiaiate l'albume montato, nel latte e lasciate cuocere per 30 secondi poi rigirate delicatamente le meringhe e cuocetele per altri 30 secondi. Scolatele su un foglio di carta assorbente .

Frullate  le pesche con 1 dl del loro sciroppo  e il liquore, strizzate la gelatina e fatela sciogliere in un pentolino con 2 cucchiai di acqua, unitela al frullato di pesche e mescolate.
Versate il frullato in coppette e disponete al centro le meringhe. Completate con i pistacchi tritati e riponete nel frigo per un paio d'ore prima di servire.
Trovo che sia adatta ai bambini perché è un modo simpatico per far mangiare loro la frutta che spesso non è molto gradita  e poi divertente grazie a queste meringhe "insolite", morbidissime e buonissime che i bambini si divertiranno a fare oltre che a mangiare; in più è gluten free!! 


Un saluto a tutti alla prossima!!

Ricetta tratta dal libro : Pasticceria triestina di Mariella Devescovi Damini - sezione dolci al cucchiaio, pag. 385

13 commenti:

Donatella ha detto...

Che bel dessert, Fresco e profumato, mi piace proprio tanto... in bocca al lupo per il contest. Baci

Il Gufo e La Mucca ha detto...

sembra veramente appetitoso!!! :D
Clelia

La Mucca dietro la staccionata ha detto...

Che bella ricetta, veramente originale!

Vevi ha detto...

Buona!poi con i pistacchi..mmm!Sai che io non adoravo particolarmente la gelatina?mi dava l'idea di boh..."blobboso"!:)Poi l'ho provata per la ricetta che ho postato qualche tempo fa e devo dire che non è niente male!!:)
Buona serata!
Vevi

BARBARA ha detto...

Sono bellissime e molto ben presentate! Deliziosa la granella di pistacchi in superficie.

Ancutza ha detto...

ci affonderei volontieri il cucchiaino! quà manca proprio l'aria e c'è tanta umidità...sembra stare ai tropici:)...bè con un pò di fantasia potrei tirarne fuori un racconto di viaggi esotici:).

Emanuela ha detto...

mamma miaaaaaaaaaaaa come ne vorrei una coppa ora mmmhhhhhhhhhhh

dolceamara ha detto...

@ Vevi: Io la trovo molto utili in cucina ...ma senza esagerare . Io di gelatina ne ho messa davvero poca e poi è una mia aggiunta, se preferisci puoi lasciare la purea semplice di pesche.

accantoalcamino ha detto...

Ciao Lisa, ho fatto qualcosa di simile co le albicocche ma ho usato l'agar agar, anche se non sono contraria alla colla di pesce, ono altre le cose che "danneggiano" la salute, buona giornata:-)

dolceamara ha detto...

@Libera: io ho dell'agar agar ma la conservo...dopo quello che è successo in Giappone mi sa che non lo acquisterò per dei lunghi anni.
Comunque hai ragione...c'è di peggio in giro rispetto alla gelatina ;)

recetasverocava ha detto...

Acabo de conocer tu blog de casualidad y tienes unas recetas que em han encantado!! asi que aqui me quedo de seguidora y te copio algunas, gracias por compartirlas y espero verte pronto y quieras tambien ser seguidora de el mio si te gusta mi blog!! un besin

dolceamara ha detto...

@recetasverocava: thank you for the visit on my blog :). I hope you like the recipes that will copy.
Bye.

Gianni ha detto...

Grazie mille per la ricetta......per me con alcol...ti lascio al giudizio di Pilar, un bacio